• liberaribelle

Passo dopo passo

"Il primo passo non ti porta dove vuoi, ma ti toglie da dove sei." Stavo scorrendo la home di Facebook cercando di trovare qualche spunto per poter scrivere un nuovo post, quando mi sono imbattuta in questa citazione di Jodorowski in un post di Gianluca Gotto  (se avete già letto alcuni dei miei post sapete di chi si tratta).

Credo molto nei segnali che il destino mette sul cammino di ciascuno di noi, anche in quelli più piccoli come questo.

Quello che sto vivendo adesso è un periodo di grandissimi cambiamenti che stanno occupando molto la mia mente e mi rendo conto di aver perso un po' l'ispirazione per i miei nuovi post.

Tenere un blog non è semplice, sapevo che avrei dovuto fare i conti con periodi di scarsa ispirazione, ma devo trovare il modo per fronteggiarla perché nonostante le distrazioni del momento non ho ancora perso di vista il mio obiettivo.

Qualche mese fa ho fatto quel passo che mi ha tolta da una situazione di stallo e sofferenza per seguire la mia strada. Ricordo perfettamente l'agitazione per i cambiamenti da dover mettere in atto, ma anche l'adrenalina per un nuovo inizio.

Sapevo perfettamente che non sarebbe stato sufficiente un solo passo per arrivare al mio obiettivo. Adesso dopo il primo e il periodo di successivo assestamento, è giunto il momento di fare il secondo. Di spostarsi da questa situazione di comfort per proseguire il mio tortuoso cammino. 

Non posso sapere come saranno i prossimi a venire, ma so di certo che non ce ne sarà nessuno uguale ad un altro. Se il primo è stato condizionato dal dolore, questo successivo è pieno di amore. 

È successo tutto molto velocemente, con una certa irruenza, ma se ci penso bene non c'è da stupirsi: io e Fede andiamo a vivere insieme. Ormai è questione di giorni e finalmente si realizzerà il nostro grande desiderio. Il nostro travolgente amore avrà finalmente una sua casa in cui poter vivere. 

Si tratta di un passo gigante che mi porterà in una situazione completamente nuova, tutta da scoprire, ma la porta che si sta aprendo è molto meno spaventosa della prima perché a fare questo passo siamo in due e il posto in cui andremo sarà bellissimo, sarà casa. 

Se qualche mese fa non avessi trovato il coraggio di fare quel passo, di togliermi da quella triste e grigia situazione ora non sarei qui. Ma io quel passo l'ho fatto e sono così fiera di me stessa e della persona che sto diventando e so di non doverlo mai perdere di vista.